BUGIA

GIAMPAOLO MONTESANO

Un appuntamento da non perdere, quello tra Rossoneri e Blucerchiati. Perché Milan contro Sampdoria è soprattutto Marco van Basten alle prese con Pietro Vierchowodil cigno di Utrecht e lo Zar. Quanto di più il mio calcio, tra la fine degli anni ’80 e l’inizio dei ’90, non poteva offrire. Da neutrale, poiché Rosanero e basta dalla nascita. Almeno, dalla presa di coscienza. Spettacolo alla tele ai minimi termini, come c’era una volta: l’occasione, per sempre ghiotta. Soprattutto, vedere il fuoriclasse olandese in difficoltà, al cospetto del mastino di origini ucraine. Poi, la rivelazione: inaspettata. Perché hai sempre creduto che l’avversario più tosto, per l’azzurro, sia stato proprio il tulipano. La verità è spiattellata dalla carta, che in questo caso urla forte e punta dritto al mio cuore di tifoso. ‘Era imprendibile, scattava da una parte all’altra senza che io riuscissi a fermarlo. Uno come Montesano lo incontri una sola volta in una carriera intera.’ Sono le parole del difensore, mica una bugia. Il riferimento è riservato al più brasiliano dei brasiliani stessi che hanno indossato la maglia del Palermo, soprannominato proprio ‘Bugia’, ma anche ‘Montesamba’. Sulla seconda, c’è poco da spiegare. La prima, nasce da una sparata grossa del funambolo sull’accordo contrattuale: quaranta invece dei ventuno milioni pattuiti. Erminio Favalli è preso in contropiede: ‘attenzione, che questo dice minchiate.’ Il budget è salvo: Farfallino sulla fascia volava, ma dietro la scrivania ha imparato bene a fare catenaccio. Le dichiarazioni di Vierchowod proseguono, sottolineando: ‘considerate che ho dovuto marcare più volte il più grande di tutti: Diego Armando Maradona. Ma uno come Montesano non l’ho più incontrato.’ Apriti cielo: così si tocca il mio orgoglio, tutto RosaneroLo Zar ha affrontato Giampaolo Montesano dopo il suo addio al Palermo. Stagione 1984-’85, il preludio alla radiazione e già mi piange il cuore. Bugia vola in SERIE A, mentre il baratro è dietro l’angolo. Questa è la verità, mentre il fantasista per eccellenza gioca dove merita, al fianco del brasiliano vero e di ben altro livello: è l’Udinese di Zico. Una toccata e fuga, all’ombra di Arthur Antunes CoimbraO Galinho è pure zoppo, ma non puoi prenderne il posto di diritto: risultato, poche presenze in Friuli e tanta malinconia dalle nostre parti. Non potrebbe essere altrimenti: le bugie, hanno le gambe corte. Nel calcio, anche se nel nostro piccolo, le gambe del nostro numero sette. Le faceva danzare eccome, a partire da quella maglia targata pouchain e con quel logo così moderno. Poi nr e VINI CORVO. Svezzato da Eugenio Fascetti al Varese, in campo sembra proprio un matto: da legare, durante quelle cinque stagioni passate all’insegna del divertimento. Le presenze arrivano a 170, condite da ventuno realizzazioni. E storie come questa: leggenda o bugia poco importa. Io ci credo: sa tanto Rosanero. La Favorita è lo scenario, Palermo-Verona l’incontro. Un avversario scaligero, umiliato a più riprese dalle ‘bugie’ di Montesamba, sotto forma di dribbling ubriacanti, reagisce duro entrando altrettanto sulle gambe dello sgusciante. Una giocata di troppo del giocoliere che vale una meritata espulsione. Diretto mestamente verso una doccia anticipata, il malcapitato si vede lanciare dagli spalti una pasticca: per ingoiare il rospo. Indorata e accompagnata dalle seguenti parole: ‘pigghiati ‘a pillola pu mal di tiesta e nun ci pinsari cchiù!’ Storie palermitane, dolci e amare, com’è tradizione a queste latitudini. Infatti, pensandoci a posteriori, anche dopo tanti anni: che giocatore era, Giampaolo Montesano. Forse un fantasista e basta, dotato di quel talento utile per farti vincere una partita, ma inutile per vincere un campionato. Un mistero che non ci ha mai abbandonato. Resta il ricordo delle sue giocate e di una formazione che abbiamo adorato. Volpecina, Lopez, De Stefanis, De Rosa è tanta manna, con Montesamba: uno squadrone da promozione. Era anche questa, una bugia.

Dario Romano
ILPALERMO.NET

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: